Esercizi da fare in piscina per restare in forma

Piscina-Casa-InternaCon le temperature che si abbassano anche sotto lo zero e le giornate che si accorciano, l’inverno non invoglia certo a muoversi. Se a questo aggiungi il lavoro sedentario e le lunghe code in auto, la giornate sono tutto tranne che dedicate alla forma fisica. Il nostro stile di vita non si ripercuote solo sul corpo, tessuti muscolari rilassati e qualche chilo in più, ma anche sulla nostra salute. Lo sport, infatti, aiuta il fiato, il cuore e le difese immunitarie. Se ti ammali spesso durante la stagione fredda è anche perché non sei abituato a muoverti.

Ecco perché è importante non rinunciare ad un’attività fisica. Se sei pigro e disponi di una piscina, il gioco è fatto. Basta davvero poco, come venti minuti tre volte a settimana per ottenere dei grandi vantaggi:

  • Gli esercizi in acqua, rispetto a quelli a terra permettono di annullare la gravità e abbattere il carico, riducendo il rischio di traumi.
  • L’acqua stimola la circolazione che favorisce il drenaggio.
  • L’acqua effettua un massaggio cutaneo che leviga i cuscinetti della cellulite.
  • Infine, l’acqua aiuta il rilassamento e allontana ansia e stress. Se non sei pratico, inizia da semplici esercizi, come questi:

Corsa sul posto

Con l’acqua che ti arriva all’ombelico, corri per dieci minuti sul posto. Non importa andare veloce, quello che conta è assumere un passo costante e mantenerlo per tutto il tempo dell’esercizio.

Slanci delle gambe

Con l’acqua che arriva al petto, mantieni una posizione eretta e alza una gamba alla volta arrivando a toccare la superficie con la punta del piede. Nell’eseguire il movimento, datti un vero e proprio slancio. Fai cinque alzate per gamba e poi cambia.

Rotazione del busto

Sempre con l’acqua che arriva al petto, ruota il busto prima a sinistra e poi a destra. Quando hai raggiunto l’apice della rotazione, mantieni la posizione per qualche secondo prima di tornare.

Apertura di braccia

In posizione eretta con le gambe leggermente divaricate, metti le braccia distese sulla superficie dell’acqua proprio davanti a te, ora aprile contemporaneamente più che riesci. Esegui almeno dieci aperture in sequenza.

Se, invece, ti piace nuotare, ma hai una piscina di piccole dimensioni, allora il nuoto controcorrente è la soluzione che fa per te. Questo accessorio emette un getto di intensità variabile che ti permette di nuotare restando fermo. In pratica è come se nuotassi contro corrente in un fiume, per quante bracciate fai, diventa estremamente difficile avanzare.

Vedrai che con un po’ di impegno e costanza, i risultati arriveranno prima di quanto credi possibile. Ti sentirai meglio e il tuo corpo sarà più atletico e scattante.

[Via]